Le regioni che potrebbero diventare gialle nelle prossime ore: 7 regioni in ballo

I prossimi giorni saranno complicati per chi dovrà muoversi durante questo mese, in particolare durante il periodo di Natale. Molti studenti che faranno rientro nelle loro sedi, molti lavoratori che hanno solo il domicilio nella regione in cui lavorano appunto. E capire anche quale sarà il colore della regione in cui vivono e quella nella quale dovranno andare, è fondamentale, visto che ci si potrà muovere tra regioni gialle senza grandi difficoltà. Questo almeno fino al 21 dicembre data ultima per gli spostamenti concessi. Secondo quello che prevede il nuovo DPCM Natale, firmato nella notte, dopo quella data non saranno concessi spostamenti neppure per una regione gialla, salvo motivazioni molto gravi.

Al momento sono sette le regioni che dovrebbero passare da arancione a gialle ( in alcuni casi anche da rosse a gialle) stando a quelli che sono i dati raccolti questa settimana. Il cambio avverrà da domenica ma già tra oggi e domani, i governatori delle regioni che potrebbero cambiare colore, saranno avvisati dal ministro Speranza e renderanno noto quindi, il cambio di colore.

CONFERENZA STAMPA DI CONTE: TUTTE LE NUOVE MISURE

LE NUOVE REGIONI IN AREA GIALLA: I POSSIBILI CAMBIAMENTI DEL 4 DICEMBRE 2020

Durante l’incontro tra Comitato tecnico scientifico e ministero della Salute, previsto per domani (4 dicembre), e sulla base dei nuovi dati epidemiologici elaborati dall’Istituto Superiore di Sanità, Friuli Venezia-GiuliaEmilia-RomagnaMarcheUmbriaBasilicataPuglia e Calabria potrebbero diventare regioni gialle.

LE REGIONI IN AREA ARANCIONE

Le sole regioni che potrebbero passare dalla zona rossa a quella arancione potrebbero essere Toscana e l’Alto Adige, mentre Lombardia e Piemonte (già arancioni dallo scorso 29 novembre) resterebbero tali. LiguriaVeneto, provincia autonoma di TrentoLazioMolise e le due isole, Sicilia e Sardegna, resterebbero gialle.

LE REGIONI IN ZONA ROSSA

Sono invece solo tre le regioni che resterebbero in zona rossa: l’Abruzzo, la Campania e la Valle d’Aosta.

Tra poche ore potrebbero arrivare notizie in questo senso anche da parte dei governatori delle regioni che come sempre tra il giovedì e il venerdì vengono informati dei possibili cambi di colore e quindi di zona, cambiamenti che poi generalmente entrano in vigore alla domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.