Caso Denise Pipitone ultime notizie, dai social: nessuna minaccia per Anna Corona

Nella puntata di Quarto Grado in onda venerdì scorso, Anna Corona, come un fiume in piena, ha lanciato pesanti accuse ai suoi concittadini. Ha spiegato che lei e la sua famiglia vivono un grande incubo, che per l’ennesima volta affrontano un processo mediatico nonostante abbiano dimostrato nelle aule di tribunale di non avere nulla a che fare con la scomparsa di Denise Pipitone. La mamma di Jessica Pulizzi ha anche spiegato che lei non ha nessun problema a camminare a testa alta nel paese nonostante il chiacchiericcio e quello che si dice di lei. Poi ha anche raccontato che alcune persone sono arrivate a minacciare lei, sua figlia ma persino una bambina piccola. Parla della figlia di Jessica Pulizzi che, a detta di Anna Corona, riceverebbe minacce.

Piera Maggio si era fatta già sentire sui social in questi giorni, commentando quanto visto in tv, in particolare l’appello lanciato da Anna Corona e definendo vergognoso quello che ha visto venerdì sera nel programma di Rete 4. Oggi dal gruppo social che da anni aiuta la famiglia di Piera e suo marito Pietro Pulizzi nella ricerca di Denise, arriva anche una precisazione su quello che succede a Mazara del Vallo.

Anna Corona minacciata a Mazara?

Sulla pagina “Piera Maggio-Missing Denise Pipitone” si legge una precisazione molto importate. Oltre a ricordare che non si debba fare di tutta l’erba un fascio, riferito agli abitanti di Mazara, si commentano le parole di Anna Corona con questa frase:

Nessun Mazarese ha mai minacciato Jessica Pulizzi, Anna Corona e company. Semmai il contrario. Che non si dicano cavolate.

La mamma di Denise Pipitone sulla sua pagina fb e Twitter ha spiegato:

MazaradelVallo è una bella città e come tale va rispettata. Vanno condannati i colpevoli del sequestro di Denise, e coloro che sanno e non parlano, NO tutti i cittadini Mazaresi. Non si fa di tutta l’erba un fascio. VOGLIAMO VERITÀ PER DENISE. #DenisePipitone #VeritàPerDenise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.