Denise Pipitone e la pista tunisina: è davvero credibile?

Da quando ieri nello studio di Storie Italiane, l’ex PM Angioni ha lanciato una vera e propria bomba sul caso Denise Pipitone, si continua a parlare della ragazza. Oggi 21enne, secondo la dottoressa che ha confermato le indiscrezioni anche nello studio de La vita in diretta, la ragazza starebbe bene, avrebbe una bella famiglia e non saprebbe molto delle sue origini. In poche ore, dopo la foto mostrata a Ore 14, un’altra immagine di quella che sarebbe oggi Denise Pipitone, è iniziata a circolare in rete. E insieme a queste foto, anche i dubbi di chi pensa che la fonte che ha fornito queste informazioni, sia una persona del tutto inattendibile. Lo aveva detto anche Milo Infante a Ore 14, lo ha ribadito anche Alberto Matano da La vita in diretta. Ma la dottoressa Angioni, che è intervenuta nella puntata in onda il 14 giugno 2021 su Rai 1, ha voluto anche precisare che la sua fonte non è la persona citata da entrambi i conduttori. Ha avuto queste notizie in modo diverso ed è per questo che è sicura, senza quasi nessun dubbio, che Denise sia viva. “Se non è lei, è una sorella gemella” aveva detto ieri da Eleonora Daniele l’ex Pm che aveva seguito in viste di Pubblico ministero le indagini per la scomparsa della bambina di Mazara del Vallo.

Questa la foto della famiglia della presunta Denise Pipitone mostrata Ore 14

Denise Pipitone ultime notizie: è viva e si trova in Tunisia?

Il magrebino non è la mia fonte e non c’entra nulla con le mie fonti. Quello è un signore che era presente sui social e ha mandato a me e a tanti delle confessioni. Però sono due cose separate, due piste molto diverse“ ha detto la Angioni da La vita in diretta. Su Fb è circolata una seconda foto che sarebbe quella della ragazza che vive appunto in Tunisia e che sarebbe Denise Pipitone. Ma questa pista è davvero attendibile? Lo stesso Milo Infante, tra i pochi a vedere le foto che l’ex Pm ha mandato anche in procura a Marsala, dice che la bambina, che sarebbe la figlia di Denise, somiglia molto alla piccola scomparsa nel 2004. Questo chiaramente, non significa nulla perchè abbiamo visto in questi mesi, come una somiglianza, non sia sinonimo di parentela.

Secondo quanto ha ricostruito la Angioni, chi ha sequestrato Denise aveva dei legami con la famiglia che ha preso la bambina in “consegna” e l’ha cresciuta senza raccontare nulla del suo passato. Si tratterebbe di una famiglia benestante che, dal poco che abbiamo compreso, non sarebbe italiana ( si vocifera appunto, tunisina).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.