Piera Maggio aspetta la sua Denise: “Chi l’ha rapita gira ancora libero per Mazara”

Nulla è cambiato per mamma Piera Maggio e Piero Pulizzi. Lo ha ribadito la mamma di Denise Pipitone ai giornalisti presenti ieri, durante un incontro con il sindaco di Mazara del Vallo e il vescovo Magavero, per fare il punto della situazione a 17 anni dalla scomparsa di sua figlia. Nulla è cambiato, il dolore per lei e per suo marito è lo stesso di 17 anni fa.  “Noi genitori continuiamo a chiedere con forza la verità sulla scomparsa di nostra figlia – dice Piera Maggio, insieme al papà naturale della bimba Piero Pulizzi – affinchè chi è stato responsabile di tutto ciò venga assicurato alla giustizia”. La mamma di Denise non si è mai arresa e si è detta convinta, per l’ennesima volta, del fatto che nessuno ha ucciso sua figlia e che la bambina, oggi una donna di 21 anni, sia viva da qualche parte.

Piera Maggio e la sua lotta per la verità

 Lo ha sempre detto mamma Piera, che non si sarebbe mai arresa perchè il numero degli anni che passano non conta nulla. Lei andrà avanti, non si dimentica il dramma che si è vissuto per così tanto tempo. E il fatto che siano passati 17 anni da quel maledetto giorno non cambia le cose. Il dolore che una madre e un padre provano per la scomparsa di un figlio è qualcosa che non si può spiegare ed è arrivato il momento delle risposte ma anche delle responsabilità. “Siamo certi – sottolinea Piera Maggio – che chi ha rapito Denise è libero e continua a girare a Mazara del Vallo. Noi confidiamo nella magistratura che possa fare giustizia su questa triste vicenda. Non abbiamo mai perso la speranza di poter riabbracciare Denise, nonostante tutti questi anni“. La procura continua a fare il suo lavoro e l’avvocato Frazzitta, nel corso della conferenza di ieri, ha anche chiesto di avere maggiori aggiornamenti su quelle che sono le novità delle indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.