Massimo Di Cataldo indagato, tante le bugie

Il cantante Massimo Di Cataldo è indagato per maltrattamenti e procurato aborto. Dopo le foto postate su Facebook dalla ex compagna Anna Laura Millacci la procura non ha giustamente perso tempo procedendo d’ufficio. Sembra che sia stata acquisita la documentazione medica che attesterebbe l’aborto. Il caso Massimo Di Cataldo si complica, Anna Laura Millacci è disposta ad andare fino in fondo al contrario delle voci messe in giro ieri dopo che la pittrice aveva eliminato dal suo profilo le scioccanti foto.

Ieri l’intervista rilasciata al Messaggero dall’ex moglie di Massimo Di Cataldo, Jorgelina Borda Amezaga, aveva spostato l’attenzione su Anna Laura capace di inventare una storia del genere pur di distruggere il cantante. Nessuno, tranne i diretti interessati, conosce la verità, ma oggi cadono alcune bugie.

Non è vero che ieri la Millacci non si è presentata in questura per essere interrogata. Non è vero che ha detto che non aveva niente da aggiungere a quanto dichiarato sul social. L’ex compagna di Massimo Di Cataldo che lo accusa di averla picchiata più volte durante la loro relazione durata ben 13 anni è stata ascoltata ieri pomeriggio dal pubblico ministero Eugenio Albamonte. Entrambi sono stati ascoltati nella Questura di Roma, separatamente avrebbero fornito versioni opposte rispetto all’accaduto.

La violenza in seguito alla quale Anna Laura avrebbe abortito si sarebbe verificata a Roma 20 giorni fa e alla presenza della baby sitter della figlia della coppia, testimone che non è stata ancora ascoltata dagli investigatori.

Inoltre, è vero che le foto choc sono state rimosse ma è prevista una perizia tecnica sulle stesse per stabilire l’autenticità di quanto afferma la Millacci, di conseguenza l’età del feto.

In questura Anna Laura Millacci avrebbe dichiarato: “Lui è un tipo irascibile che scatta per niente fino ad arrivare alle mani. A volte per motivi di gelosia, altre per questioni intime o familiari”.

Clicca qui per la foto choc

Seguici anche su Instagram

2 responses to “Massimo Di Cataldo indagato, tante le bugie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.