Alena Seredova mostra il viso della figlia e risponde al commento cattivo (Foto)

Alena Seredova non fa altro che riempire il suo profilo Instagram con meravigliose foto e per la prima volta ha mostrato il viso di sua figlia Vivienne. Sono scatti che parlano d’amore, impossibile non apprezzare ma qualcuno ha trovato il modo di dirle un po’ di cattiverie. Tra gli scatti postati c’è soprattutto sua figlia Vivienne, ci sono i suoi abitini, le poppate, i giochini, le coccole e le attenzioni dei fratelli più grandi e poi finalmente la foto di Alena Seredova con Alessandro Nasi e la loro piccolina nata a maggio. Niente di più tenero e vero, Alessandro tiene tra le braccia sua figlia, le dà il biberon. Alena è lì accanto e sorride a chi scatta la foto, molto probabilmente è uno dei suoi figli. La location è perfetta, sono in un ristorante in Versilia sulla spiaggia, in piena vacanza tutti insieme, ma ecco il commento cattivo a cui la Seredova ha risposto con la sua consueta eleganza.

ALENA SEREDOVA RISPONDE AL COMMENTO SUL QUANTO SIA INVECCHIATA E CAMBIATA

“Io ti vedo triste, hai gli occhi spenti, scusami ma mi sembri invecchiata nel cuore, sembra che non ti importa più del tuo aspetto fisico, sei molto cambiata” questo il commento davvero terribile perché sono parole piene di cattiverie che vogliono nascondersi dietro altre. Alena ha risposto ridendo: “Giuro che mi fa così ridere un messaggio così, non riesco a offendermi”.

Brava Alena, è così che bisognerebbe rispondere a chi scrive commenti di questo tipo. E’ diventata mamma a maggio, ha realizzato un sogno che non credeva potesse più avere, quello di amare ed essere amata. Nelle foto precedenti non c’è bisogno di mettere in mostra la sua bellezza e la sua felicità, è tutto così evidente tra una foto e l’altra. 

Avanti il prossimo commento, la bellissima mamma saprà cosa rispondere.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.