Dolci dopo il tiggì in finale Augusto Palazzi: la nostra intervista

La settimana più difficile è iniziata. Dopo il lungo torneo che dura da settembre per i protagonisti di Dolci dopo il tiggì è arrivato il momento del verdetto. La settimana della finale è iniziata e venerdì sarà il grande giorno. Augusto Palazzi non ha iniziato al meglio questa fase finale: due sconfitte per lui con due punti di vantaggio quindi per il suo sfidante. Ma le possibilità di vincere il programma e di portare quindi a casa il montepremi di 100 mila euro sono tante. Noi abbiamo intervistato Augusto per i lettori appassionati di Ultime Notizie Flash che ogni giorno seguono Dolci dopo il tiggì e le ricette! Ecco che cosa ci ha raccontato a poche ore dalla preparazione del dolce finale. Prima di iniziare con l’intervista ringraziamo davvero Augusto che è stato gentilissimo con noi. LEGGI QUI LA BIOGRAFIA DI AUGUSTO E IL SUO PERCORSO NEL PROGRAMMA

Abbiamo seguito dall’inizio il tuo percorso e sappiamo bene che le decorazioni e il cake design non sono il tuo forte. E diciamo che la settimana non è iniziata nel modo migliore con la torta nuziale! In cosa ti senti più forte rispetto al tuo avversario?

Io sicuramente ho molta meno esperienza di Vincenzo. Ho solo sei mesi di pratica alle spalle. Posso dire che mi sono impegnato, ho letto molto e studiato però oggettivamente mi manca quella praticità che può avere una persona che lavora in una pasticceria da anni. Purtroppo siamo partiti male con il cake designer dove io davvero non ho molta esperienza ma spero di rifarmi. E se dovessi dire che cosa ho in più forse mi sentirei più tranquillo sulle prove moderne quelle che di solito suggerisce Luca Montersino con le prove a specchio.

dolci dopo il tiggì 16 marzo 2015Quindi apprezzerai il fatto che venerdì ci sarà proprio la prova a specchio con Luca Montersino. C’è una prova che non vorresti fare, un dolce che non vorresti mai preparare?

Sicuramente, come ti dicevo spero di poter preparare una torta moderna come quelle che abbiamo già fatto con Luca. Se mi chiedi invece che cosa non vorrei preparare ho un vuoto assoluto e non mi viene in mene nulla.

In cucina con i parenti e in tv con i parenti. E’ stato più difficile avere al vostro fianco i parenti nella preparazione del dolce?

Cucinare da solo è ovviamente più semplice perchè la responsabilità di quello che prepari è tutta tua. però c’è da dire che quando hai un parente al tuo fianco, nel mio caso mia madre e mio fratello, sei felice del fatto che stai condividendo questa esperienza con loro per cui ti rassereni da quel punto di vista. E’ ovvio però che è più difficile anche se io ho avuto almeno la fortuna di avere con me mio fratello che fa il cuoco e che non era del tutto inesperto…

dolci dopo il tiggì 16 gennaio 2015Solo mezz’ora di diretta ma tanta preparazione in mattinata. C’è un momento particolare che ti resterà di questa esperienza anche senza telecamere nelle ore di preparazione, qualcosa che non abbiamo magari visto?

Sono tutti bellissimi i momenti di questa esperienza sia quelli in diretta che quelli al mattino. Le prove sono dure, io ringrazio tutte le persone che lavorano con noi ma vi assicuro che al mattino si corre e si corre. Poi ci sono le settimane più tranquille e quelle che partono male come questa, due sconfitte non sono semplici da digerire…

Hai lasciato la tua edicola per dedicarti al mondo della pasticceria. Come mai tra i vari programmi in tv che ci sono hai scelto proprio Dolci dopo il tiggì e ad esempio non Bake Off Italia? 

Ti dico la verità: non ho chiamato io. Mia mamma ha visto il programma ha preso il numero e ha chiamato. Io attendevo la chiamata che è arrivata anche se non me lo aspettavo. Per uno strano scherzo del destino è arrivata pochi giorni dopo che avevo deciso di chiudere la mia edicola. Sono partito senza pensarci troppo il provino è andato bene e alla fine eccomi qui. Ho pensato che dopo anni di sacrificio finalmente anche per me era arrivato il momento di godermi un premio, un regalo.

Tanti maestri in questa lunga esperienza. C’è stato qualche consiglio prezioso che porterai sempre con te o qualcosa di negativo che non ha digerito?

dolci dopo tiggì 6 marzo 2015Onestamente nessun giudizio mi ha dato fastidio. Sono una persona matura per cui non posso sicuramente prendere in modo negativo quello che è un parere dato da persone esperte. certo mi sarebbe piaciuto vincere almeno una prova di Ambra che mi ha sempre bacchettato ma alla fine va bene così. Spero di poter lavorare anche con lei in futuro e migliorare nella parte del cake design che per ora mi manca. Mi porterò dietro tutti i complimenti e devo dire che ce ne sono stati davvero tanti.

Ti è capitato di essere fermato per strada e di essere riconosciuto? Dolci dopo il tiggì viene visto ogni giorno da una media di 2 milioni di spettatori, giù di lì, cosa si prova?

Guarda sono fortunato perchè la stampa locale della mia città mi ha sempre tenuto in considerazione. Avendo poi io un’edicola con un circolo ero abbastanza conisciuto prima quindi si, quando sono a casa mi fermano tutti. Però mi è capitato anche in metropolitana a Roma, delle signore mi hanno chiesto se fossi quello della tv e si provano delle belle emozioni.

CREDITS DAMIANO GUBERTISe dovessi paragonare un dolce ad Antonella Clerici, che cosa sceglieresti?

Sicuramente un tiramisù perchè proprio come dicevi tu Antonella è una persona immediata, poi il tiramisù piace a tutti, è il dolce italiano più famoso nel mondo è speciale come lo è lei.

La finale si avvicina, sei in svantaggio. Pensi di potercela fare, sei positivo?

Io ce la metterò tutta per vincere e spero di avere almeno un punticino domani per il morale quanto meno. Ma se dovessi perdere sarebbe lo stesso una bellissima esperienza. Venerdì è il giorno decisivo! Speriamo che vada tutto bene…

Facciamo il nostro in bocca al lupo ad Augusto che ringraziamo per averci concesso del tempo in queste ore di grande ansia e speriamo di avergli fatto passare qualche minuto di pace!

( PER LA FOTO DI ANTONELLA CON I DUE PASTICCERI RINGRAZIAMO DAMIANO GUBERTI)

Seguici anche su Instagram

4 responses to “Dolci dopo il tiggì in finale Augusto Palazzi: la nostra intervista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.