Dolci dopo il tiggì in finale Vincenzo Monaco: la nostra intervista

Ha solo 23 anni ma è stato uno dei super campioni di questa prima edizione di Dolci dopo il tiggì e per il pubblico di Rai 1 è uno di casa. Vincenzo Monaco arriva alla finale di Dolci dopo il tiggì con ottime possibilità di vincere. Ha due punti di vantaggio suo suo sfidante Augusto (LEGGI QUI LA NOSTRA INTERVISTA) e spera di poter portare a casa il montepremi finale di 100 mila euro. Come saprete venerdì andrà in onda dopo il telegiornale l’ultima puntata di Dolci dopo il tiggì il programma di Antonella Clerici dedicato ai dolci che Ultime Notizie Flash segue con passione da settembre. Vincenzo è uno dei finalisti e noi lo abbiamo intervistato per voi! Ringraziamo Vincenzo che ci ha concesso il suo tempo e il suo sorriso a poche ore da una giornata davvero importante. In bocca al lupo. LEGGI QUI LA BIOGRAFIA DI VINCENZO

Oggi abbiamo seguito la puntata e abbiamo notato come le mani ti tremassero forse più del solito. Emozione in vista della finale o c’è stato anche altro?

Si le mani mi tremavano tantissimo, io in generale penso di arrivare lì ed essere tranquillo ma in realtà la tensione è tanta. Non c’era qualcosa in particolare, l’ansia per la finale però è tanta.

dolci dopo il tiggì 16 marzo 2015In finale affronti Augusto. Siete molto diversi ma entrambi volete vincere. Avresti voluto avere un altro sfidante per questa avventura finale, cosa ha lui in più o in meno di te?

Mi rendo conto per certi versi di essere avvantaggiato nel senso che ho sempre avuto delle persone intorno a me che si dedicava all’arte della pasticceria. Ho sicuramente più tempo di esperienza rispetto ad Augusto ma non per questo penso che la vittoria sia più semplice da raggiungere. Non penso ad altre eventualità. C’è Augusto con me e ne sono felice e spero di batterlo!

C’è stata una prova che hai apprezzato di più che ricorderai o che ti è piaciuta di più?

Guarda non c’è una prova che mi ricorderò più di altre. Il motivo è semplice: arrivi la mattina ti dicono quello che farai e non hai neppure il tempo di renderti conto di quello che stai facendo. Corri stai attento a non sbagliare e speri che vada tutto bene. Per cui alla fine non ti ricordi quasi nulla! Però sicuramente preferisco la pasticceria moderna che per quanto possa sembrare più difficile rispetto a quella “casalinga” a casa, per noi che amiamo la tecnica non lo è. E’ più semplice sbagliare un dolce apparentemente semplice piuttosto che un dolce composito.

ricette dolci dopo il tiggì 21 ottobre 2014Tanti i maestri in questa avventura: Ambra, Sal De Riso, Guido Castagna, Luca Montersino…C’è qualcuno con cui ti piacerebbe lavorare o che per qualche motivo stimi di più o meglio che senti più vicino a te?

Onestamente prenderei da tutti. Hanno delle tecniche completamente diverse tra di loro per cui se dovessi scegliere e se avessi la fortuna di poterlo fare io seguirei tutti loro per prendere il meglio da tutti.

Hai detto sin dall’inizio che avresti usato i soldi della vincita, se ci sarà per realizzare un tuo sogno, quello di andare in Africa e di fare qualcosa per i bambini che vivono lì. C’è un motivo particolare?

Si è vero da sempre ho pensato di andare in Africa, in Madagascar perchè nel mio paese c’è un sacerdote che si reca spesso lì in missione ma fin’ora non c’è stato modo per cui spero di poterlo fare adesso.

Ti lancio una provocazione: perchè non fare del bene in Italia, non pensi che anche qui ce ne sia bisogno? Perchè si pensa sempre a fare qualcosa per chi sta lontano quando magari ci sarebbe da fare anche tanto a casa nostra?

La provocazione l’accetto e in effetti anche io mi sono fatto tante volte questa domanda, e mi sono dato anche una risposta, una sorta di autoconvincimento forse. In Italia c’è tanto bisogno lo so, e io nel mio piccolo cerco di fare il possibile e penso che se tutti dessimo qualcosa potremmo dare un grande contributo. L’esperienza in Africa la vedo come qualcosa di diverso. Andare lì non per portare la cucina ma per portare il sorriso.

dolci dopo il tiggì ricette oggi 24 ottobreParliamo dei parenti in cucina con voi. Com’è stato cucinare con le persone a te care?

Non ne parliamo. E’ stato un disastro totale. Oltre alla mia ansia infatti dovevo avere addosso anche la loro. Mia sorella mi faceva tantissime domande e io pur volendo non sapevo che cosa avrei potuto dirle, non sapevo nulla di quello che dovevamo fare. Alla fine però è andata. Io poi un cucina sono molto preciso e ordinato, cucinare con loro non è stato semplicissimo ma è servito!

Chiediamo anche a te la cosa che abbiamo chiesto ad Augusto. In tv vi vediamo solo per una ventina di minuti all’opera ma al mattino fate le prove. C’è qualcosa che è successo nelle prove e non nella diretta che ricorderai sempre?

Delle prove non ho una cosa in particolare che ricorderò. Sicuramente c’è da dire che i ragazzi della redazione, chi sta dietro le telecamere ci hanno tanto seguito e ci facevano sorridere a volte anche troppo magari sbagliavamo le preparazioni! Per cui se dovessi portarmi dietro un ricordo sarebbe il loro!

Vincenzo Monaco - AntonellaLa finalissima è davvero vicina. Venerdì scoprirete chi porta a casa il titolo e anche il montepremi. I due punti di vantaggio ti fanno vivere meglio queste ultime ore di attesa? Che cosa ti aspetti?

Sono in vantaggio ma non ci penso. Domani è u altro dolce e sarà così fino a venerdì anche perchè con la prova dell’ultimo giorno potrebbe davvero succedere di tutto. Vado avanti giorno per giorno.

E ora chiudiamo con un pensiero per la bravissima Antonella Clerici che ha creduto in questo programma e anche in voi. Se la dovessi descrivere con tre aggettivi, che cosa ci diresti di lei, come la descriveresti?

Antonella è speciale perchè come la vedi in tv è. Se deve dire una cosa te la dice per cui per me è solare, golosa e vera!

Ringraziamo di cuore Vincenzo con il quale abbiamo fatto una piacevolissima chiacchierata e speriamo di aver reso meno pesanti queste lunghe ore di attesa! In bocca al lupo e che vinca il migliore!

Seguici anche su Instagram

3 responses to “Dolci dopo il tiggì in finale Vincenzo Monaco: la nostra intervista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.