Alberto Matano, le zone d’ombra che nasconde agli altri per evitare danni (Foto)

Anche Alberto Matano che è sempre gentile, sorridente e appare così sereno, ha i suoi giorni no (foto). Ospite a Oggi è un altro giorno racconta di quelle che chiama le sue zone d’ombra. Possono essere 4 o 5 giorni l’anno o può anche essere un giorno solo ma ha imparato a gestirlo da solo. Che sia giusto o meno Alberto Matano nasconde quei momenti e a Serena Bortone confida: “Mi conosco e può essere anche un giorno all’anno e quando accade so che devo fare, evito di riversare sugli altri il mio stato d’animo, lo capisco e faccio un lavoro per evitare di fare danni perché poi gli altri non sono abituati perché ti vedono come sei sempre e se ti vedono con una nota stonata non capiscono ed è bene isolarsi in quelle ore”.  Ha imparato a svegliarsi con il sorriso mentre prima era sempre arrabbiato a causa degli orari di lavoro. Quando ha iniziato ad avere una vita più regolare, con orari diversi, normali, è riuscito anche a sorridere già dal mattino. 

ALBERTO MATANO LE SUE AMICIZIE NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

La sua esperienza a Ballando con le Stelle nei panni di giudice gli ha dato tanto in questa edizione perché, come racconta, si è dato molto di più, si è spinto, dando un forte contributo in alcune situazioni. Arriva il grazie di Milly Carlucci che in un messaggio parla anche della sua probabile o presunta partecipazione alla nuova edizione del Cantante Mascherato. 

Parla del legame con Mara Venier, della mancanza per non averla accanto in questo periodo in cui non è possibile abbracciarsi o brindare insieme. Ha quindi più di un’amicizia nel mondo dello spettacolo, anche con Serena Bortone, che mostra le immagini in cui cantano e ballano insieme. L’occasione per parlare di Loretta Goggi: “Una donna veramente straordinaria”, la ricorda alla presentazione di un suo libro, in prima fila. Ma forse nessuna di loro l’ha mai visto durante i suoi giorno no.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.