Gianluca Vacchi: “Mio padre mi scrisse una lettera che ho tatuato”

Gianluca Vacchi padre

Gianluca Vacchi figlio e a sua volta padre si racconta a Domenica In e per Mara Venier è una vera scoperta ma lo è forse anche per i molti che fino ad oggi hanno visto solo ciò che appare. Il successo di Gianluca Vacchi, il documentario sulla sua vita, che potremo vedere tra pochi giorni ma a Domenica In attraverso le sue emozioni anticipa chi è davvero. “Il dolore ti insegna a piangere di gioia” è una delle frasi che ripete per poi commuoversi pensando all’amore ricevuto dal padre, dalla sua Sharon, dalla figlia. Se ha raggiunto la vetta sa che lo deve a suo padre, a quella lettera che gli ha scritto, alla sua generosità. Una generosità di cui spiega il significato, perché fatta di tanti no.

Gianluca Vacchi a Domenica In

“Mio padre era un uomo generoso e la prima cosa che ha fatto è un gesto di, è dire di no al figlio. Mio padre ha saputo dirmi no sempre, soffrendo nel momento in cui me lo diceva  perché nessuno è contento nel dire di no a una persona che ama e mio padre è stato così generoso… Da me pretendeva che dovevo studiare perché era quello che non aveva avuto lui… Poi è stato molto coerente perché aveva detto di laurearmi e poi avrei potuto fare quello che volevo e così è stato”.

Mi scrisse una lettera, che io ho tatuato, che finisce ‘sono certo che un giorno la gente incontrandomi mi dirà quello è il figlio di Gianluca Vacchi’ ed è una frase che riassume il gesto della generosità e del suo essersi fatto da parte”.

Gianluca Vacchi ha tatuato anche il nome del papà: Giorgio. “Senza volere sminuire il ruolo di mia madre mio padre è stato tutto per me, lui era il mio pubblico”. Si commuove Gianluca, voleva che suo padre fosse fiero di lui e crede che lo sia, ne è certo.

I suoi tatuaggi raccontano la sua vita, le emozioni vissute, gioie e dolori: “50% gioie, 50% dolori. Credo nel potere incredibile del dolore di generare gioie”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.